.
Annunci online

reporteritinerante
Se una notte d'inverno una giornalista...
 
 
 
 
           
       

sito






 
Alla mia scrivania


Prima del notiziario


Al telefono


Daily Mail


The Guardian


The Times


The Daily Telegraph


Daily Mirror





Alla BBC quando stavo a Londra





Alla Tour Eiffel al tramonto


Eurodisney



Alla sede de Le Figaro


Quartiere di Parigi











Gatti adorabili


Renato e Jana


Io e Francesca alla BBC


In treno per Pisa


A Pisa

Cappelli, che passione...














































 
15 luglio 2008

Premio cronisti Guido Vergani

Il Gruppo Cronisti Lombardi bandisce il “Premio Guido Vergani – cronista dell’anno 2008” rivolto a giornalisti professionisti, praticanti e pubblicisti. Gli articoli devono riguardare inchieste e servizi svolti nell’ambito del territorio lombardo nel periodo 1 luglio 2007 – 30 giugno 2008. La scadenza per la consegna degli elaborati è il 31 luglio 2008.
La Giuria sarà presieduta da Ferruccio de Bortoli, direttore del Sole 24 Ore e composta da:

- Alessandro Casarin ( Rai Lombardia)

- Luigi Casillo (Sky Tg24)

- Roberto Ferrario (La Prealpina Varese)

- Giulio Giuzzi (Il Giorno)

- Giancarlo Perego (Il Corriere della Sera

- Roberto Rho (La Repubblica)

- Giunta del Gruppo Cronisti Lombardi


14 luglio 2008

Concorso giornalistico “Premio Claudio Accardi”


Concorso indetto dall’associazione “Premio Claudio Accardi”.

Per tutti i giornalisti, aspiranti, studenti universitari e di scuole di giornalismo, il 10 settembre 2008 è la data entro la quale inviare il proprio materiale per partecipare al concorso. 
Lo scopo dell'associazione è quello di premiare coloro che fanno della loro passione per l’informazione, lo strumento per sensibilizzare l’opinione pubblica sugli effetti che tutte le guerre hanno sulle società civili. L’obiettivo è, inoltre, quello di valorizzare le diversità favorendo il dialogo.
Per maggiori informazioni sull’iniziativa consultare: www.premioclaudioaccardi.it oppure scrivere a info@premioclaudioaccardi.it . 

>> Bando


22 aprile 2008

Binomio fantastico

Che non si dica che sono maniaca (che poi, qualora si dicesse, capirai lo shock!)! Stasera mi son detta: "Faccio uno di quegli esercizi divertenti, suggeriti dai corsi di scrittura creativa che ogni tanto mi son trovata a frequentare". Chiamasi "binomio fantastico". Si tratta di una tecnica di Gianni Rodari per sviluppare l'immaginazione: prendere due parole a caso e tirarne fuori un raccontino. L'esercizio dice testualmente: apri il dizionario e scegli a caso due parole. Costituiranno il binomio fantastico. Prova a scrivere un breve racconto di due cartelle che scaturisca da quelle due parole.

Posto che qui a Milano non ho dizionario cartaceo, attingo dal De Mauro on line. Clicco sui lemmi più consultati e scelgo a caso due numeri: 5 e 15. Che lemmi vengono fuori? Figa e misogino. Ho detto tutto! Vediamo cosa succede…


30 marzo 2008

Premio per il giornalismo lanciato dal Parlamento Europeo

 

Fino al 15 maggio 2008 si può partecipare alla prima edizione del Premio per il giornalismo lanciato dal Parlamento Europeo e rivolto ai giornalisti (iscritti all’albo e provenienti da uno dei 27 Paesi membri o ivi residenti) che si occupano delle principali tematiche europee o che promuovono la comprensione delle Istituzioni e delle politiche della Unione europea.

Il riconoscimento è suddiviso in quattro sezioni (Stampa, Radio, Televisione e Internet) e il premio attribuito a ogni vincitore è pari a 5.000,00 euro.

È ammessa una sola proposta per partecipante o per gruppo (fino a un massimo di cinque), ma un unico mezzo d’informazione può presentare diverse proposte.

Si può concorrere con articoli o relazioni (a sé stanti o facenti parte di una serie):

- incentrati su importanti questioni di portata europea o intesi a promuovere una migliore comprensione delle istituzioni o delle politiche dell’Unione europea;

- aventi carattere informativo o d’inchiesta;

- pubblicati o diffusi tra sabato 1 marzo 2007 e martedì 30 aprile 2008;

- redatti in una delle lingue ufficiali dell’Unione europea;

- espressi su Stampa, Radio, Televisione o Internet, attraverso una testata giornalistica registrata legalmente in uno Stato membro dell’Unione europea;

- non premiati prima del termine ultimo per l’accettazione delle proposte;

- non sostenuti da fondi erogati da Istituzioni UE.

Per maggiori informazioni, scrivere un messaggio e-mail all’indirizzo e-mail eproma@europarl.europa.eu indicando il codice “GSG 4223” nell’oggetto.


3 marzo 2008

Corso di videogiornalismo e inchiesta televisiva diretto da Wolfgang Achther

ROMA
Al via le iscrizioni al corso di videogiornalismo e
inchiesta televisiva diretto da Wolfgang Achther.
Il Corso di videogiornalismo e inchiesta televisiva è
promosso dall'Associazione di Giornalismo
Investigativo(AGI) con la collaborazione di Arcoiris Roma ed
è rivolto a giornalisti e studenti che vogliano acquisire
gli elementi tecnici  e professionali necessari allo
svolgimento di attività videogiornalistica da freelance.
Il direttore del corso è Wolfgang Achtner, giornalista
televisivo, documentarista, autore di libri e docente di
giornalismo televisivo. Tra i suoi lavori: "Qualcosa di
sinistra", "La Transizione", "La primavera dei
movimenti", "Una giornata da ricordare". Wolfgang
Achtner è anche l'autore de "Il Reporter Televisivo",
Morlacchi Editore.
Il corso dura tre settimane in modalità intensiva  e
consiste in una serie di lezioni teoriche ed esercitazioni
pratiche. E' strutturato in modo da permettere ai
partecipanti di apprendere i fondamenti
etici/giornalistici/tecnici del giornalismo televisivo e di imparare ad utilizzare una videocamera ed   un sistema di montaggio digitale non lineare. Verranno
utilizzate videocamere SONY e il sistema Final Cut Pro della
Apple.
L'obiettivo primario del corso è di permettere ai
partecipanti di imparare come si fa un servizio televisivo
conforme allo standard etico/giornalistico/tecnico dei
telegiornali dei grandi network americani e britannici.
Si impara come si lavora sul campo, come si effettua
un'intervista, come si effettua uno standup, come si scrive
il testo abbinando il commento alle immagini, e come si
monta un servizio televisivo.
L'offerta formativa si completa con un percorso di stage
da svolgersi presso Arcoiris Roma.
Le iscrizioni sono state aperte il 22 febbraio 2008 e si
chiuderanno il 17 aprile 2008.
Le attività formative si svolgeranno a Roma in Via S.
Croce in Gerusalemme, 83/c  (Metro Manzoni)  a partire dal
21 aprile 2008 e termineranno il 09 Maggio 2008.

Info e iscrizioni:
http://videogiornalismo.giornalismoinvestigativo.org/


16 dicembre 2007

Premio giornalistico "Mario Francese"

 Le domande di partecipazione devono essere inviate entro il 7 gennaio 2008

foto intervento L’Ordine dei Giornalisti di Sicilia ha istituito un premio giornalistico per onorare la figura e l’opera del collega Mario Francese (ucciso dalla mafia il 26 gennaio 1979) con il quale intende premiare tre tesi di laurea.
I premi saranno assegnati a giovani al di sotto dei 35 anni che, negli ultimi tre anni accademici ed entro il 30 novembre 2007, hanno ottenuto il titolo di studio presso Università dell’Unione Europea con una tesi di laurea sui temi e i personaggi del giornalismo.
Le domande di ammissione alla selezione dovranno pervenire entro il 7 gennaio 2008.

Nella domanda di partecipazione l’aspirante deve indicare:

- cognome, nome luogo e data di nascita; residenza e codice fiscale;

- indirizzo dove si desidera ricevere le comunicazioni relative al concorso;

- data e luogo del conseguimento della laurea;

- voto di laurea;

- argomento della tesi;

- dichiarazione di conformità della tesi allegata con quella depositata presso la segreteria dell’Università presso il quale il titolo è stato conseguito.

I vincitori dovranno notificare l’accettazione del premio entro 3 giorni dalla ricezione della comunicazione relativa all’esito favorevole della valutazione, a pena di decadenza.

La premiazione si svolgerà il 26 gennaio 2008.

Maggiori informazioni possono essere richieste all’Ordine dei Giornalisti di Sicilia attraverso l’indirizzo elettronico info@odgsicilia.it indicando il codice “SP1312” nell’oggetto.


17 luglio 2007

PREMIO NAZIONALE SALOTTO LETTERARIO

 PREMIO NAZIONALE SALOTTO LETTERARIO
"RACCONTI IN PASSERELLA DA TORINO A PALERMO"
III EDIZIONE
scadenza 30 settembre 2007

1. Organizzazione: Associazione Culturale SALOTTO LETTERARIO

2. Indirizzo: C.so Telesio 8 Torino

3. Email: info@salottoletterario.it

4. Telefono: 331 4136072

5. Sito internet: www.salottoletterario.it

6. Manifestazione e Premiazione:
Torino domenica 18 novembre 2007
Palermo sabato 24 novembre 2007

7. Sezioni: due sezioni, così suddivise:
I. SEZIONE INEDITO "Torino" - Racconto breve inedito, tema libero. Le opere dovranno essere presentate in lingua italiana. Dovrà essere indicata la sezione "Torino" per la partecipazione alla manifestazione Piemontese.
II. SEZIONE INEDITO "Palermo" - Racconto breve inedito, tema libero. Le opere dovranno essere presentate in lingua italiana. Dovrà essere indicata la sezione "Palermo" per la partecipazione alla manifestazione Siciliana.

8. Tutte le opere classificatesi dal 1° al 20° posto di entrambe le sezioni verranno pubblicate in un unico volume che verrà distribuito durante la serata. Nessun diritto verrà corrisposto agli autori.

9. Lunghezza opere ammesse: massimo di tre cartelle da trenta righe per sessanta battute ciascuna.

10. N° Copie da spedire: 1 copia dattiloscritta per spedizione postale; La copia anonima contrassegnata dal titolo e dalla sezione a cui si partecipa dovrà essere accompagnate da una busta sigillata contenente: la scheda di partecipazione compilata in ogni sua parte (scaricabile dal sito), ricevuta di versamento della quota di adesione. La stessa opera dovrà inoltre essere inviata via mail all'indirizzo info@salottoletterario.it con oggetto "Racconti in passerella" per la pubblicazione sul sito dell'associazione e nell'antologia.

11. Il plico dovrà essere indirizzato a:
Associazione Culturale
"SALOTTO LETTERARIO"
C.so B.Telesio n. 8
10146 Torino
entro il 30 settembre 2007 (farà fede la data del timbro postale).
Le opere parteciperanno al Premio in forma rigorosamente anonima, fino alla conclusione dei lavori della giuria.

12. Quota di adesione : 10 euro, da inserire nella stessa busta contenente l’elaborato; o versata su conto corrente postale n.63940845 intestato a: Ass. Cult. Salotto Letterario C.so Telesio n.8 - 10146 Torino, per spese di stampa, segreteria e corrispondenza.

13. Premi: in denaro e targa ricordo. A tutti i finalisti presenti alla cerimonia di premiazione, fino al 20° posto, sarà consegnata una medaglia ricordo. I vincitori sono tenuti a presenziare alla cerimonia di premiazione. I premi in denaro dovranno essere ritirati dagli interessati al momento della premiazione, pena il decadimento del diritto al premio. L'invito alla cerimonia di premiazione è esteso a tutti i concorrenti e ai loro familiari, ma non dà diritto ad alcun rimborso delle spese di soggiorno e di viaggio. L'ente organizzatore avviserà per tempo i premiati e si riserva il diritto di pubblicare i lavori pervenuti sul sito www.salottoletterario.it

14. Giuria: I nominativi dei membri della giuria, composta da un collegio di esperti, saranno resi noti dopo l'assegnazione dei premi.

15. Il giudizio della giuria è insindacabile.

16. I lavori inviati non saranno restituiti. La partecipazione implica l'accettazione di tutte le norme del presente bando, che potrà, a giudizio degli organizzatori, subire qualche variazione. Ai sensi della legge 675/96 e successive modificazioni, gli indirizzi e i dati personali dei partecipanti verranno utilizzati esclusivamente per il premio.

17. Richiesto Patrocinio: Regione Piemonte - Provincia di Torino - Città di Torino – Regione Sicilia - Provincia di Palermo - Città di Palermo.

18. Per ulteriori informazioni sul concorso: Associazione Culturale "Salotto Letterario" C.so B.Telesio 8 - 10146 Torino - tel. n. 331 4136072 o inviare e-mail a: info@salottoletterario.it




permalink | inviato da reporteritinerante il 17/7/2007 alle 12:33 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa

10 giugno 2007

Scuola del viaggio. Summer school 2007 a Marsala

 Ultimi giorni per iscriversi alla Scuola del Viaggio 2007, che si terrà a Marsala dal 25 agosto al 2 settembre. Studenti universitari, neolaureati e dottorandi residenti in provincia di Trapani hanno tempo fino al 15 giugno per inviare la propria candidatura e partecipare alla selezione per i 7 posti loro riservati.

Una settimana di laboratori di scrittura, fotografia, video e disegno, per apprendere sul campo, sotto la guida di esperti, l’uso dei diversi strumenti per raccontare la propria esperienza di viaggiatori, i luoghi e le persone, le sensazioni e le emozioni. Questa la proposta della Summer School della “Scuola del Viaggio” che, dopo il successo delle prime due edizioni, torna a Marsala dal 25 agosto al 2 settembre 2007, con 21 posti riservati agli iscritti delle Università di Pavia, Pisa e Lugano, e 7 per studenti universitari, neolaureati e dottorandi della provincia di Trapani, provenienti da qualsiasi Università, italiana o straniera.
Il programma di quest’anno prevede, oltre ai laboratori tenuti dallo scrittore Andrea Bocconi e dal fotografo e regista Michele Ferrari, un nuovo laboratorio di “Carnet di viaggio”, sotto la guida del pittore Stefano Faravelli, autore di numerosi carnet, tra cui “Mali” e “Cina”, editi da EDT. Inoltre, incontri con artisti, scrittori di viaggio e grandi viaggiatori, e originali proposte per conoscere il territorio da un punto di vista diverso, come visitare l’isola di Mozia risvegliando i quattro sensi dormienti.
Studenti, neolaureati e dottorandi della provincia di Trapani che desiderino iscriversi possono scaricare il bando e il form per l’iscrizione dal sito
www.campusmarsala.it  e inviare la loro domanda per e-mail, entro il 15 giugno, al prof. Vito Sammartano (vito.sammartano@email.it ).
La Scuola del Viaggio nasce da un’idea di Claudio Visentin - docente presso l’Università della Svizzera italiana di Lugano - sviluppata nell’ambito delle attività del Laboratorio di ricerche mediterranee di Marsala con il sostegno della Città di Marsala, della Fondazione Bosca di Canelli, in stretta collaborazione con il Touring Club Italiano, e altri editori specializzati nel campo dei libri di viaggio.

Per maggiori informazioni sulla summer school, programma e modalità di iscrizione, visitare i siti:
www.campusmarsala.it
www.scuoladelviaggio.it  

oppure contattare:

Prof. Vito Sammartano,
E-mail:
vito.sammartano@email.it  
Tel. 3385852351


1 giugno 2007

Concorso Internazionale "Il ruolo dei media e delle tecnologie di informazione e comunicazione nella creazione di un mondo di pace"

Le Nazioni Unite hanno designato il 2001-2010 la "Decade internazionale per una cultura di pace e non-violenza per i bambini del mondo". Con lo scopo di creare una cultura di pace, ogni anno viene stabilito un tema di discussione indirizzato ai giovani e agli adulti.

Nell'ambito di questa iniziativa The Goi Peace Foundation e l'UNESCO hanno organizzato un concorso di componimento internazionale sul tema "Il ruolo dei media e delle tecnologie di informazione e comunicazione nella creazione di un mondo di pace".

Partecipanti:
- Giovani di età non superiore ai 25 anni divisi in due categorie:
1. Bambini (fino a 14 anni);
2. Ragazzi (15-25 anni).

Lavori:
- Non superiori a 800 parole, scritti in inglese, francese, tedesco e spagnolo;
- Copertina indicante la categoria di appartenenza (bambini o ragazzi), titolo dell'opera, dati dell'autore (nome, indirizzo, numero telefonico, nazionalità, nome della scuola);
- I componimenti non devono essere stati pubblicati precedentemente;
- Essere scritti da una persona.

Premi:
- 1° premio: 100.000 yen (circa 840 dollari);
- 2° premio: 50.000 yen (circa 420 dollari);
- 3° premio: Un certificato e un regalo.
Il 1° classificato sarà invitato alla cerimonia di premiazione a Tokyo che avrà luogo a novembre 2007.

I lavori dovranno essere inviati entro il 30 giugno 2007 al seguente indirizzo:

International Essay Contest
c/o The Goi Peace Foundation
1-4-5 Hirakawacho, Chiyoda-ku
Tokyo 102-0093 Japan
E-mail:
essay@goipeace.or.jp


Fonti:
Fondazione Goi Peace e UNESCO





permalink | inviato da il 1/6/2007 alle 12:3 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa

30 maggio 2007

V edizione del Premio nazionale di giornalismo “L’addetto stampa dell’anno”

Dovranno pervenire entro l’8 settembre 2007 le domande di partecipazione alla V edizione del Premio nazionale di giornalismo “L’addetto stampa dell’anno” aperto a tutti i giornalisti che lavorano negli uffici stampa (pubblici e privati).

Il Premio sarà assegnato al giornalista che ha svolto in modo esemplare, per professionalità e correttezza, una parte consistente della sua attività lavorativa nel settore degli uffici stampa, delle relazioni esterne e delle relazioni istituzionali.

Al fine di accertare tali qualità professionali la Giuria effettuerà un’analisi accurata dell’esperienza acquisita dai candidati, della deontologia professionale, delle mansioni svolte, dell’efficienza e della sensibilità dimostrate nella valutazione delle notizie, nella buona gestione delle risorse umane e nella capacità di creare positivi rapporti interpersonali e di lavoro. La Giuria terrà conto anche dell’anzianità di servizio e delle qualifiche raggiunte dal giornalista nel corso della carriera professionale.

Il concorso è diviso in sette settori di attività, per meglio identificare le specializzazioni e favorire lo sviluppo stesso della professione in differenti aree (dalla pubblica amministrazione al non-profit; dall’economia al turismo, dalla salute alla ricerca farmacologia e telemedicale, dall’agricoltura all’ambiente, dalla cultura allo spettacolo ed allo sport).

Nel 2007, in occasione della quinta edizione, si sono aggiunti altri due concorsi:

  • 1° Concorso Nazionale Universitario “Nuova comunicazione” rivolto ai giovani praticanti delle scuole di giornalismo e ai laureati in scienze della comunicazione;
  • 2° Premio Nazionale per “La migliore comunicazione in ambito sanitario” destinato ad aziende farmaceutiche, medicali e sanitarie.

L’iniziativa è patrocinata da Presidenza del Consiglio dei Ministri, Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti, Regione Basilicata, Apt Basilicata, Eni, Csv.net ed Articolo 21.

Le domande dovranno pervenire con lettera raccomandata entro a “Studio Giornalisti Associati – Headline”, utilizzando il seguente indirizzo: Casella Postale 31 - 50032 Borgo San Lorenzo (FI).

Per maggiori informazioni, collegarsi al sito internet www.headlinestampa.com




permalink | inviato da il 30/5/2007 alle 15:26 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

30 aprile 2007

Mi ricordo

Mi ricordo Superclassifica Show. Sono il gatto sul tetto che ascoltaaa, tutto come fosse la prima vooooltaaa.

Mi ricordo il quaderno di matematica e ogni numeretto confinato all'interno di ogni quadretto.

Mi ricordo la Baby Mia.

Mi ricordo il gioco della settimana.

Mi ricordo Jem e le Ologram.

Mi ricordo Lo Specchio Magico.

Mi ricordo la signora Minù e il cucchiaio gigante.

Mi ricordo le tabelline che allora non ricordavo.

Mi ricordo il Commodor 64.

Mi ricordo Bim Bum Bam e One su Italia 1, dalle quattro alle sei.

Mi ricordo Marta Flavi con la sua Agenzia Matrimoniale.

Mi ricordo la canzone di Carletto,Carletto di qua, Carletto di là questo non si dice e questo non si fa.

Mi ricordo Quando si ama che anticipava Beautiful.

Mi ricordo il primo reggiseno, prima misura, comprato alla Standa con mio padre.




permalink | inviato da il 30/4/2007 alle 23:47 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

29 aprile 2007

La penna


La penna blu cancellabile.

La penna rossa cancellabile.

La penna che fa odore.

La penna dentro all'astuccio.

La penna sul banco.

La penna sulla scrivania.

La penna nel taschino della giacca.

La penna nella valigetta porta documenti.

La penna in omaggio.

La penna che hai perso.

La penna che ritrovi per caso.

La penna sul tavolo della cucina.

La penna senza tappo.

La penna che non scrive.

La penna nera.

La penna sul registro.

La penna che scrive a tratti.

La penna grondante d'inchiostro.

La penna in dotazione con l'agenda.

La penna a scatto senza molla.

La penna che scrive imbrattando.

La penna stilografica in regalo.

La penna stilografica nell'astuccio.

La penna spezzata in due sulla cattedra.




permalink | inviato da il 29/4/2007 alle 21:46 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa

29 aprile 2007

"Anche i feti scrivono autobiografie" diceva Manganelli

Ricordate il corso di scrittura creativa "Io, me e gli altri"?

Sono appena tornata dopo tre giorni di full immersion nell'autobiografia mia e degli altri. Attraverso vari esercizi che ci ha strategicamente somministrato Giorgio Vasta, ognuno di noi ha ripescato pezzi di memoria nel tentativo di rimodellarli in narrazioni. E' stato interessante avere la consapevolezza delle varie possibilità di raccontarsi.

Attraverso un ricordo, attraverso un oggetto, attraverso dei giochi enigmistici quasi. Un'autobiografia non come mera cronaca di fatti, non come assiderante cronologia di un'esistenza, ma come miscellanea di azioni, eventi, sensazioni - e quindi selezione - di ciò che basta a rappresentare una vita intera. Non importa cosa sia accaduto realmente.

Ciò che conta è il senso. La percezione dello stato d'animo.

Interi decenni che scompaiono in poche righe, così come gesti che durano per pagine intere. Tracciare dei segni. E la metafora di Giorgio Vasta, dello scalpellino col bassorilievo, rende perfettamente l'idea. Togliere, scalfire, smussare per dare rilievo a ciò che conta davvero, a ciò che merita di avere la meglio su tutto. E poi circostanziare ancora. E ancora se necessario.

Corrodere il testo all'essenziale in modo che nessun elemento sia superfluo.

Produrre conflitti, creare corto circuiti, partire da scene connotate per introdurre elementi incongrui. Sono solo alcuni dei suggerimenti di Giorgio che ha creato fin da subito, nella stanza di Palazzo Cutò, un'atmosfera da compagni di scuola, sebbene avessimo dai ventuno ai cinquant'anni suonati. E dietro ognuno, una vita, una penna.

Abbiamo visto il primo cortometraggio di Truffaut, Le mistons - i monelli, per chi non conosce il francese. E' la prima storia raccontata al cinema.

E poi Un'ora sola ti vorrei, un film di cinquanta minuti di Lina Marazzi, vincitore di numerosi premi. Marazzi ricostruisce, non cronologicamente ma affettivamente, la vita di sua madre vissuta negli anni cinquanta e, attraverso una quantità enorme di diari e lettere della madre, realizza un archivio di memoria collettiva.

Poi, la musica. Abbiamo ascoltato Steve Reich, un compositore contemporaneo americano, di origine tedesca. Un frammento di un brano di ventisette minuti, che evoca il fischio del treno. Evoca? Si tratta di registrazioni originali di treni di quegli anni. Ha intervistato alcuni sopravvissuti all'olocausto e nel pezzo si sentono le voci, il treno, le esperienze. Partendo da pezzetti di autobiografia, anche qui, viene ricostruita una scena - e quindi una biografia - globale, quella della seconda guerra mondiale. Ed è stupefacente come si possa percepire tutto questo senza alcun suggerimento.

Così come Dov'è il tuo amore di De Andrè. Molti, senza saper nulla del suo sequestro e di quello di Dori Grezzi nell'80, hanno avvertito la malinconia per il passato, la nostalgia dei ricordi. Allora funziona. Un testo, se abilmente costruito, trasmette.

Da Perec a Carver, da Veronesi a Manganelli, da Mozzi a Moresco passando per Tomasi di Lampedusa e Pontiggia, abbiamo letto e commentato i testi.

Adesso ho un concetto dell'autobiografia meno abusato e ripeto a mente, in maniera quasi convulsa, l'esercizio del Mi ricordo. E' così malsano?   




permalink | inviato da il 29/4/2007 alle 20:49 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa

23 aprile 2007

Corso di orientamento fra le professioni della scrittura

La Scuola di Editoria, progetto speciale della Cooperativa Scuola Lavoro Toscana e di Edizioni della Meridiana, ha attivato a Firenze un nuovo corso di orientamento per conoscere le professioni che compongono il mondo della scrittura.

Il corso, di 40 ore, fa parte dei vari percorsi formativi che la Scuola di Editoria promuove ogni anno per giovani e adulti, diplomati o laureati, sulle tematiche che riguardano il mondo editoriale. Si svolgerà dal 10 maggio al 7 giugno 2007 con iscrizioni entro l’8 maggio. Al termine sarà rilasciato attestato di frequenza.

Il corso ha l’obiettivo di introdurre l’allievo nel mondo delle varie professioni legate alla scrittura, dando la possibilità di incontrarsi e confrontarsi con i diversi esperti del settore: lo scrittore, lo sceneggiatore, il giornalista, il web writer ecc. Conoscere dal di dentro le diverse esperienze attraverso la viva voce di persone competenti permetterà all’allievo di prendere coscienza dei propri interessi e attitudini e di orientarsi nel proprio percorso scolastico o lavorativo.

L’iter formativo inizierà dalla storia della scrittura dalle origini fino a oggi per poi toccare le varie tappe professionali:

- come diventare giornalisti: pubblicisti, praticanti e professionisti
- il lavoro dell’addetto stampa: i rapporti con i giornali, la rassegna stampa e il comunicato stampa
- il lavoro del copywriter: la scrittura promozionale, la creatività e la comunicazione immediata
- il ghost writing: lo scrittore fantasma che scrive per gli altri
- il business writing: la scrittura professionale per la comunicazione d’impresa
- il web writing: comunicazione rapida, usabile e accessibile sul web
- lo scrittore: chi è, come nascono le sue idee e come le realizza
- lo scrittore di immagini: il lavoro dello sceneggiatore dall’idea al montaggio scenico
- l’editor: il lavoro in casa editrice, il testo dall’autore al lettore.

I docenti saranno l’editore Andrea Ulivi (Edizioni della Meridiana), Enrico Gatta (giornalista), Maria Galassini (consulente comunicazione e formazione), Donato Di Miceli (copywriter), Vera Gheno (Accademia della Crusca), Alessandro Ceni (scrittore), Giovanni Mogani (sceneggiatore), Corrado Marsan (scrittore).

Il corso è sotto il patrocinio, oltre che delle Edizioni della Meridiana di Firenze, delle seguenti altre case editrici: Società Editrice Fiorentina, Eclipsi, Cadmo, Iperborea, Multimage, Yema, Ibiskos.

La durata sarà di 40 ore a partire dal 10 maggio fino al 7 giugno 2007. Le lezioni si svolgeranno tutti i giovedì dalle 9,30 alle 18,30. La partecipazione al corso è a numero chiuso e saranno ammessi alla frequenza in ordine di arrivo coloro che presenteranno regolarmente la domanda di iscrizione entro l’8 maggio 2007 alla sede del corso: Cooperativa Scuola Lavoro Toscana, via di Peretola 86 – 50145 Firenze.

I moduli per iscriversi sono disponibili presso la Cooperativa (tel. 055/30.87.71 – 055/30.84.48 – fax 055/34.37.250) oppure scaricabili sui siti Internet www.csltoscana.net e www.lascuoladieditoria.net.

Il costo è di € 400,00 iva inclusa e il motto della Scuola di Editoria è fare libri per fare cultura.




permalink | inviato da il 23/4/2007 alle 15:41 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

10 aprile 2007

E' nato Diregiovani, il portale di informazione multimediale. Fare notizia appaga e paga!

E' nato Diregiovani, il portale di informazione multimediale!


Diventare corrispondente del portale con video, post, immagini... Tutto quello che un reporter ha da DIRE. E sarà anche retribuito!


Sei giovane, curioso e stufo della solita comunicazione? Potresti  diventare corrispondente di Diregiovani.

Cos'è? Un portale di informazione multimediale che sfrutta internet per mettere le nuove tecnologie della comunicazione a disposizione dei ragazzi, veri protagonisti dell’incontro tra reale e virtuale.

Realizzato dall'agenzia di informazione Dire e naturalmente ricco di notizie su misura per i giovani, il sito è aperto a blog, post, web tv, videoproduzioni, notizie della redazione multimedia e articoli elaborati dai ragazzi grazie alla facile e fluida gestione dei contenuti.

Diregiovani offre ai navigatori un sito di servizio ed una WebTv che trasmetterà anche un tg inusuale, interattivo e veloce.

Vuoi diventare corrispondente di Diregiovani?

Manda una tua pillola video di due minuti, realizzata con videocamera, webcam, o videofonino; potrebbe essere pubblicata sul sito. I contributi scelti saranno retribuiti. 

Video, immagini, veri e propri format tv concepiti esclusivamente per il web, correlazioni e tanti link per navigare a vista nel mare dell'informazione.

Finalmente una opportunità seria per  giovani reporter che scopriranno che fare notizia appaga e paga.

Il contributo può essere inviato a redazione@diregiovani.it

Per maggiori informazioni visita il sito http://www.diregiovani.dol.it/




permalink | inviato da il 10/4/2007 alle 23:9 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa

12 marzo 2007

Corso di scrittura creativa "Io, me e gli altri"

13-14-15 aprile 07 (Palermo) e 25-26-27 maggio (Torino)

Quando parliamo di identità, della nostra identità, nonché del nostro passato, diamo per scontato di sapere di che cosa stiamo parlando. Per il semplice fatto che questa cosa che si chiama vita può venire preceduta da un aggettivo possessivo, ci convinciamo che tutto sommato quanto è contenuto all’interno di quella parola sia qualcosa di conoscibile e di facilmente riferibile. Lo strumento che utilizziamo per rendere conto agli altri della nostra vita è la memoria. Memoria di fatti, a volte, molto più spesso memoria di sensazioni. I contenuti della memoria sono espressi attraverso il linguaggio, attraverso un linguaggio organizzato, trasformato in una forma, ovvero attraverso il racconto. Orale o scritto.

Quando raccontiamo la nostra vita siamo quindi persuasi di sapere tutto quello che c’è da sapere. Sappiamo chi è "io". Io siamo noi. Ma a forza di dare tutto per scontato corriamo il rischio di non accorgerci che le narrazioni autobiografiche, piuttosto che essere luoghi nei quali la nostra vita viene risolta e definitivamente compresa, sono (dovrebbero essere) delle occasioni di invenzione radicale della nostra vita stessa. Nel senso che un racconto autobiografico non è necessariamente la cronaca dei fatti che ci hanno riguardato – cosa che giustifica il ricorso allo strumento della memoria ma contemporaneamente limita tutto a esso – ma anche, e forse soprattutto, l’invenzione dei fatti stessi, che vengono improvvisamente "accesi" dalla narrazione e resi, a quel punto sì, realmente significativi.

Nel momento in cui decidiamo di raccontare di noi, quindi, non è per forza l’Io la torre dalla quale dobbiamo sporgerci a cercare la nostra storia. Per raccontarci possiamo scegliere tanti punti di vista diversi, la maggior parte dei quali possono al primo sguardo apparire inverosimili e improponibili, mentre sono un grandissimo mezzo per "liberare" risorse narrative che diversamente rimarrebbero sopite.

L’obiettivo del corso è quello di far familiarizzare con modalità alternative di percezione e messa in scena narrativa della propria vicenda autobiografica, e al contempo quello di affrontare una serie di luoghi comuni connessi all’idea stessa di identità, di passato e di memoria.

Docente: Giorgio Vasta

Giorgio Vasta è nato a Palermo il 12 marzo 1970. Dal 1996 al 1998 ha frequentato il Master in Tecniche della Narrazione presso la Scuola Holden di Torino, dove si è diplomato conseguendo la borsa di studio per merito. Tra il 1998 e il 1999 ha collaborato come editor con la casa editrice Einaudi occupandosi di narrativa e di saggistica. Dal 1998 collabora con la Scuola Holden in qualità di docente tenendo lezioni e laboratori di scrittura a Torino, in giro per l’Italia e all’estero. Dal 1999 è stato prima curatore e poi direttore della collana di saggistica Holden Maps, realizzata dalla Scuola Holden in collaborazione con la casa editrice Bur. Per Bur è anche consulente editoriale ed editor. È stato redattore internet e responsabile dei contenuti della didattica on line per Holdenlab, il portale della narrazione (www.holdenlab.it). Collabora con riviste letterarie e cinematografiche, cartacee e su internet, e fa parte della redazione di Nazione Indiana (www.nazioneindiana.com). Nel 2001 ha fondato la società di scritture Zerouno (www.zerounoscritture.it), per la quale è stato responsabile delle Scritture di idee (ossia della consulenza e della progettazione di contenuti) e con la quale ha svolto un lavoro di consulenza per la Global Magazine della Disney Italia. Nel marzo del 2004 ha curato il convegno Embrioni e Trame. Lezioni aperte tra scienza e narrazione. Fa parte del comitato organizzatore della manifestazione interfedi Torino Spiritualità. Domande a Dio, domande agli uomini, del comitato scientifico di Scrittorincittà, il festival letterario di Cuneo, ed è consulente per il Circolo dei Lettori di Torino. Ha collaborato come editorialista alla trasmissione radiofonica Atlantis, in onda su Radio 2 Rai. Attualmente insegna Tecniche di Scrittura, Tecniche di Narrazione e Generi letterari presso l’Istituto Europeo di Design di Torino. È ideatore e coautore di NIC. Narrazioni In Corso. Laboratorio a fumetti sul raccontare storie (Holden Maps/Bur 2005) e ha curato l’antologia di racconti Deandreide. Storie e personaggi di Fabrizio De André in quattordici racconti di scrittori italiani (Bur 2006). Un suo intervento è stato pubblicato nell’antologia Best Off 2006 (mimimum fax 2006) e un suo racconto nell’antologia Voi siete qui (minimum fax 2007).

Durata e sede:
- 27-28-29 aprile 2007 – Palermo – Palazzo "Principe di Cutò", anche Bed and Breakfast - Largo Cutò, 6 - 90046 MONREALE ( PA ) tel . 091.6403025 - Cell. 338.8139465, mail info@principedicuto.it .
- 1-2-3 giugno 2007 – Torino – Centro Culturale Salotto Letterario Via Sansovino 243/55 – tel. 335-6809050.

Frequenza: venerdì dalle 14.30 alle 18,30; sabato dalle 9,00 alle 12.30 e dalle 14,30 alle 18,00; domenica dalle 9,00 alle 13,00.

Il costo del corso è di 95,00 euro.

Per iscriversi inviare una mail a info@salottoletterario.it indicando i propri dati (nome, cognome, data di nascita, residenza e recapito telefonico) avente come oggetto:

- per il corso di Palermo “27-28-29 aprile 2007 – Palermo”
- per il corso di Torino “1-2-3 giugno 2007 – Torino”

Entro il 25 marzo ‘07 per Palermo ed entro l’8 maggio ’07 per Torino, ricevuta conferma dal "Salotto Letterario" della disponibilità del posto, occorre confermare l'iscrizione effettuando il versamento della quota prevista tramite bollettino postale sul c/c postale n. 63940845, intestato a:

Ass. Cult. Salotto Letterario C.so B. Telesio n.8 - 10146 Torino indicando come causale:

- per il corso di Palermo “27-28-29 aprile 2007 – Palermo”
- per il corso di Torino “1-2-3 giugno 2007 – Torino”

oppure tramite bonifico bancario intestato a:
Ass. Cult. "Salotto Letterario" C.so B. Telesio n.8 - 10146 Torino

Coordinate Bancarie:
Banco Posta
N. C/C 000063940845
ABI 07601
CAB 01000
CIN O
Indicando come causale:
- per il corso di Palermo “27-28-29 aprile 2007 – Palermo”
- per il corso di Torino “1-2-3 giugno 2007 – Torino”

Per ulteriori informazioni contattare la segreteria organizzativa al seguente numero 335-6809050 o inviare una mail a: info@salottoletterario.it




permalink | inviato da il 12/3/2007 alle 23:1 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa

3 marzo 2007

Master in Giornalismo investigativo e analisi delle fonti documentarie

Cos' è il giornalismo investigativo e quali tecniche, strumenti intellettuali e documentari prevede?

Il Master in giornalismo investigativo e analisi delle fonti documentarie (giunto alla sua seconda edizione) promosso dall'Associazione di Giornalismo Investigativo con il patrocinio dell'Istituto per la tutela dei beni archivistici e librari dell'Università di Urbino e delle riviste Equilibri, Internazionale, Left-Avvenimenti e Diario della settimana,  è nato con l'ambizione di dare una risposta alla suddetta domanda e di contribuire allo sviluppo di un modello di giornalismo orientato all'analisi, accurata e documentata, delle dinamiche sociali e politiche.
L'inflazione dei profili ordinari della professione giornalistica rendono il Master particolarmente indicato sia per laureati alla ricerca di specializzazione meno affollate che per i professionisti del settore in cerca di una qualificazione formativa di alto livello.
Il corso, diretto da Loretta Napoleoni, che è tra i massimi esperti di economia dei sistemi criminali e di terrorismo internazionale, è diviso in cinque moduli: Insegnamenti propedeutici, analisi investigativa, analisi delle fonti documentarie; giornalismo scritto e on-line, giornalismo televisivo e tecniche di scrittura. Tra i docenti del Master vi sono alcuni tra i nomi di punta del giornalismo d'inchiesta, della ricerca storica e archivistica, del mondo delle professioni giuridiche e delle professionalità criminologiche e investigative: Primo Di Nicola (L'Espresso), Marco Travaglio, Andrea Purgatori (condirettore Left ), Daniele Protti (Direttore Europeo ), Carlo Bonini e Gian Maria Bellu (La Repubblica), Massimo Russo (Vice-direttore Kataweb), Sigfrido Ranucci
(Report Rai Tre), Guido Salvini (Gip tribunale di Milano), Marco Strano (Criminologo ), Giovanni Ercolani (Esperto ONU global terrorism), Linda Giuva (Università di Siena - sede di Arezzo), Mariella Guercio (Università di Urbino), Giulia Barrera (Ministero per i beni e le attività culturali, Dip. Archivi e biblioteche), Lorenzo Striuli (Rivista Equilibri), Fabio Mini (Generale esercito italiano, membro del Comitato Scientifico di Limes), Mario Terranova (Diario).

L'offerta formativa si completa con un percorso di stage e/o project work da svolgersi presso alcune testate nazionali e locali. Sono previsti da uno a 3 mesi di stage e/o project work, presso le seguenti testate:
Diario, Internazionale, la Repubblica, Kataweb, Roma One, l'archivio Flamigni, Equilibri, ed altre testate al momento in fase di conferma.
Nel corso del Master verrà utilizzata una piattaforma di e-learning come supporto alla didattica in presenza. Le iscrizioni si chiudono il 24 marzo; le lezioni partiranno il 30 marzo e si concluderanno a fine ottobre.

Per maggiori informazioni e per iscriversi è possibile collegarsi al
sito:
www.giornalismoinvestigativo.org
<http://www.giornalismoinvestigativo.org/>




permalink | inviato da il 3/3/2007 alle 18:53 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa

3 marzo 2007

“Eventi 2.0: Informare e Comunicare”, corso organizzato dai Giornalisti Specializzati Associati (GSA)

Full immersion di 2 giorni organizzata dai Giornalisti Specializzati Associati (GSA) con il patrocinio del Gruppo Nazionale Giornalisti Uffici Stampa (GUS ) e di Assodigitale (Associazione Italiana Operatori Industria e Media Digitali). Iscrizioni entro il 31 marzo 2007.

foto interventoIl ruolo dei giornalisti che si occupano di uffici stampa è quello di garantire una copertura mediatica al proprio management, ma anche di sviluppare solide connessioni con i pubblici di riferimento, tra i quali ci sono anche i cronisti. In quest’ottica, però, si rischia di confondere il ruolo dell’Informazione con quello della Comunicazione. Per chiarire questa differenza sostanziale, l’Associazione nazionale GSA (Giornalisti Specializzati Associati) ha organizzato il corso “Eventi 2.0: Informare e Comunicare”.
Con il patrocinio del Gruppo Nazionale del GUS (Giornalisti Uffici Stampa) e di Assodigitale (Associazione Italiana Operatori Industria e Media Digitali), il percorso formativo si svolgerà presso il Best Western Hotel Plaza di Pescara  sabato 14 e domenica 15 aprile 2007 (10:00 – 14:00 // 15:00 – 19:00) per porre l’accento su momenti particolari come gli eventi e mettere a confronto questi due mondi così distanti e così vicini.
GINO FALLERI (Presidente del Gruppo Nazionale GUS), ROBERTO ZANGRANDI (Presidente del CSR Manager Network), LAURA DE BENEDETTO (Marketing DADA S.p.A.), CARLO GAETA (Presidente Associazione Italiana Meeting Planners), FABIO LATINO (partner Giano Comunicazione, società del Gruppo Vita non profit contents) e SIMONA PETACCIA (Presidente Centro Italia GSA).  Saranno questi i docenti del corso che insegnerà a: individuare le notizie da divulgare in base alle leggi che gli operatori degli Uffici Stampa devono considerare nell’esercizio della loro professione; organizzare eventi che possano supportare la mission dell’azienda pubblica/privata di riferimento; elaborare il messaggio in relazione agli obiettivi della comunicazione da avviare; utilizzare gli strumenti e le tecniche più innovative per migliorare le relazioni con gli organi di stampa.
Coordinata da Simona Petaccia e realizzata con la media partnership di “Spot and Web”, “Piccoli Giornalisti” e Guida Giornalismo Dada.net per il portale superEva, questa “full immersion” di 2 giorni si svilupperà in 16 ore di lezione e sarà destinata a tutte le persone con una spiccata vocazione alla Comunicazione che sono interessate a lavorare a supporto di enti, istituzioni culturali e imprese private.
Il 20% del ricavo netto sarà devoluto a favore della Sezione Chieti/Pescara della UILDM (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare) per l’acquisto di strumentazione informatica e di rete.




permalink | inviato da il 3/3/2007 alle 18:9 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

26 febbraio 2007

CORSO ONLINE DI EDITING E CORREZIONE DI BOZZE

La figura dell'editor e del correttore di bozze è sempre più richiesta nell'ambito della redazione multitasking e delle collaborazioni esterne.
Il corso online si propone di allenare gli allievi fornendo i ferri del mestiere: numerose esercitazioni, consigli e tecniche su come lavorare i testi scritti, trovare gli errori, i refusi, migliorare la resa espressiva.
L'articolazione del corso e la sua qualità professionale deriva da quindici anni di pratica professionale attestata, sia a livello giornalistico che librario e aziendale.
Verrà anche affrontato il web editing, oggi importantissimo. Correggere testi sul web implica familiarità con gli editor di testo e con le tecniche espressive tipiche di questo strumento.
Attraverso un percorso guidato, case histories e la presenza costante di un tutor, l'allievo sarà in grado di spaziare dalla correzione di bozze all'editing, maturando un percorso formativo basato su un'esperienza concreta. Importantissimo il rispetto dei tempi per alcune esercitazioni (in cui occorre lavorare sulla rapidità).
Il corso è pensato per coloro che, per motivi di tempo o geografici, non possono partecipare a quelli che si tengono in aula, ed è strutturato in una serie di lezioni e di esercitazioni che saranno corrette, con una serie di consigli su come migliorare il tiro.
Chi vuole può anche scegliere un confronto "dal vivo" con il tutor in una serie di incontri di didattica frontale per fare il punto sui progressi svolti, approfondire, fugare eventuali dubbi.
Il telefono e la email rimangono comunque strumenti di dialogo con il tutor sempre a disposizione.

Saranno anche forniti tariffari di mercato e consigli su come gestire questa professione con la P.Iva.
Alla fine del corso verrà rilasciato un attestato di frequenza.

Tecniche di editing
Tecniche di correzione di bozze
Tecniche di riscrittura
Scrivere per il web: peculiarità e consigli
Gestire i contenuti di un sito: il web editor e il web writer
L'editor di un sito: nozioni di base e interazioni
Immagini e testo sul web: integrazioni, rapporti
Impaginare: guida all'uso di Quark X-Press

Esercitazioni varie:
editing di articoli e romanzi
correzione di bozze di articoli, racconti, testi professionali
correzione di lettere professionali
editing della scrittura sul web
verifica dell'uso di un editor di testo

Il corso costa 440 euro tutto compreso.

Per informazioni e iscrizioni: formazione@stylos.it

(fonte: www.stylos.it)




permalink | inviato da il 26/2/2007 alle 15:50 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa

19 febbraio 2007

Informazione e Comunicazione: il ruolo dei giornalisti

Corso di formazione organizzato a Pescara dai Giornalisti Specializzati Associati (GSA), con il patrocinio del Gruppo Nazionale Giornalisti Uffici Stampa (GUS) e di Assodigitale (Associazione Italiana Operatori Industria e Media Digitali).

Il percorso formativo si svolgerà presso il Best Western Hotel Plaza di Pescara sabato 14 e domenica 15 aprile 2007 (10:00 - 14:00 // 15:00 - 19:00) per mettere a confronto questi due mondi, informazione e comunicazione, così distanti e nello stesso tempo così vicini.

Il ruolo dei giornalisti che si occupano di uffici stampa è quello di garantire una copertura mediatica al proprio management, ma anche di sviluppare solide connessioni con i pubblici di riferimento, tra i quali ci sono anche i cronisti. In quest'ottica, però, si rischia di confondere il ruolo dell'informazione con quello della comunicazione. Per chiarire questa differenza sostanziale, l'Associazione GSA ha organizzato il corso "Eventi 2.0: Informare e Comunicare".

Gino Falleri (Presidente del Gruppo Nazionale GUS), Roberto Zangrandi (Presidente del CSR Manager Network), Laura De Benedetto (Marketing Manager per DADA S.p.A.), Carlo Gaeta (Presidente Associazione Italiana Meeting Planners), Fabio Latino (partner Giano Comunicazione, società del Gruppo Vita non profit contents) e Simona Petaccia (Presidente Centro Italia GSA).  Saranno questi i docenti del corso che insegnerà a:
- individuare le notizie da divulgare in base alle leggi che gli operatori degli Uffici Stampa devono considerare nell'esercizio della loro professione;
- organizzare eventi che possano supportare la mission dell'azienda pubblica/privata di riferimento;
- elaborare il messaggio in relazione agli obiettivi della comunicazione da avviare;
- utilizzare gli strumenti e le tecniche più innovative per migliorare le relazioni con gli organi di stampa.

La due giorni è organizzata con la media partnership di Spot and Web, Piccoli Giornalisti e Guida Giornalismo Dada.net per il portale superEva.

La quota di partecipazione è di € 600,00 (+ IVA) a persona e il 20% del ricavo netto sarà devoluto a favore della Sezione Chieti/Pescara della UILDM (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare) per l'acquisto di strumentazione informatica e di rete. 

II programma completo a questo link.
Per maggiori informazioni inviare un messaggio e-mail all'indirizzo
abruzzo@gsaitalia.org.




permalink | inviato da il 19/2/2007 alle 13:55 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa

5 febbraio 2007

CORSO DI REDAZIONE E GIORNALISMO

Il redattore è colui che opera sui contenuti. Questa figura, oggi sempre più dinamica, flessibile, può essere impiegata nell’editoria libraria, periodica o multimediale. Il redattore deve saper leggere e soprattutto scrivere, competenza che oggi fa la differenza.
Il corso prepara a saper usare i diversi linguaggi redazionali e giornalistici, da quello sintetico a quello più elaborato, dalla recensione alla stesura di una notizia. Si acquisiranno anche i tipici strumenti redazionali come l’editing, la correzione di bozze, la titolazione di un articolo.
Una particolare attenzione è rivolta alla scrittura sui nuovi media (giornali online, siti e portali, ecc.) Per essere competitivi, infatti, diventa essenziale una polivalenza nel campo delle applicazioni.
La professionalità giornalistica sta cambiando, nel nuovo millennio, e sta realmente diventando multitasking.
Laboratori, esercitazioni a casa e simulazioni di situazioni lavorative faciliteranno l’apprendimento.
Un laboratorio di editing sarà seguito personalmente da Giovanni De Mauro, direttore responsabile del settimanale Internazionale.
Alla fine del corso sono previste tre prove scritte per accedere agli stages presso Studio Stylos, Ansa, Lettera Internazionale.
Cinque allievi selezionati costruiranno un numero intero della rivista Silmarillon (www.silmarillon.it) edita da Studio Stylos, in un laboratorio post corso in cui impareranno anche a usare e gestire l’editor interno di un sito. La gestione del numero prevede le figure interne del caporedattore e dei redattori addetti agli articoli e alla responsabilità delle varie rubriche.
I migliori saranno segnalati a redazioni web e cartacee.

Dal 3 aprile al 26 giugno 2007
24 lezioni di due ore ciascuna.
Le lezioni si tengono il Martedì e giovedì dalle 18,00 alle 20.00 ad eccezione di 3 incontri: le lezioni del 3 aprile, del 17 e 22 maggio si terranno dalle 15.00 alle 17.00 a causa di impegni di redazione dei professionisti.

Programma
Il redattore oggi: requisiti e strumenti.
Tecniche di lettura crtiica e di scrittura: dall’approfondimento alla sintesi.
Il giornalismo narrativo.
Le figure professionali dell’editoria nel rapporto internazionale con autori e giornalisti.
Vita di redazione.
Rapporti e interazioni fra le varie figure professionali. Tempi di pianificazione e gestione degli imprevisti.
La correzione di bozze
Il giornalismo e la narrativa. Incroci, tendenze, linguaggi.
Tecniche di lettura e scrittura.
Laboratorio di editing.
Il giornalismo on line: caratteristiche e sfide. Come scrivere per il web.
Le traduzioni di un articolo e la revisione di traduzioni
Tecniche di giornalismo redazionale. Le 5 w.
Gli stili: cronaca, giornalismo narrativo, reportage.
La scrittura che parte dal blog: il caso di Pulsatilla
L’editor nelle riviste. Esempi pratici.
Titoli, occhielli e sommari.
Laboratorio: titolazione
L’articolo giornalistico nelle agenzie stampa
La verifica delle fonti, la ricerca di notizie, il lavoro del redattore
La stesura di un articolo.
L’intervista: tecniche e strategie. Intervista dal vivo e via mail.
La recensione
La scrittura e i nuovi media
Tecniche di scrittura cross-mediale
Scrivere per il web
Impaginazione di articoli e libri: i rudimenti di X press
L’intervista via mail e dal vivo.
Il giornalismo narrativo.
Il redattore nel multimediale
Elementi e tecniche multimediali
Revisione ed elaborazione dei contenuti sul web
Confronto finale

Esercitazioni:
Esercizi sul linguaggio: sintesi e approfondimento
Stili di scrittura redazionale
Analisi critica di articoli e recensioni
editing
correzione di bozze
stesura di recensioni
stesura di articoli
stesura di interviste
costruzione e gestione di un blog
web editing: revisione di un sito, preparazione di articoli per un sito
analisi di siti e riviste online
costruzione di una rivista on line.

Costi

Il costo è di euro 600 euro più Iva.
Per informazioni: formazione@stylos.it





permalink | inviato da il 5/2/2007 alle 13:59 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa

26 gennaio 2007

Corso per giornalisti degli Uffici Stampa nella sede Fnsi

Il primo corso per giornalisti degli Uffici Stampa, con il patrocinio del Ministero della Funzione Pubblica, prenderà il via martedì 27 marzo 2007 alle ore 9 nella sede Fnsi del primo piano (Sala azzurra). Le lezioni saranno concentrate nei giorni di martedì, mercoledì, giovedì e venerdì, per 8 ore di frequenza giornaliere distribuite tra mattina e pomeriggio. Al termine del corso verrà rilasciato un attestato di frequenza.

OBIETTIVI

Il corso ha come obiettivo principale quello di costruire, attraverso una full-immersion di 4 giorni, un percorso teorico-pratico a carattere di perfezionamento o di formazione pensato per giornalisti che già lavorano negli uffici stampa o che vogliano avvicinarsi a questo specifico settore di interesse dell’operatore dell’informazione.

DESTINATARI
Le lezioni saranno rivolte a quei colleghi che sentano la particolare esigenza di qualificarsi anche per ciò che concerne la legislazione, le garanzie, le tutele sindacali, le prospettive contrattuali ed economiche che coinvolgono i giornalisti impiegati negli uffici stampa pubblici e privati.

FINALITA’
Consentire ai colleghi giornalisti di acquisire gli strumenti teorici e di pratica organizzativa relativi alle più frequenti problematiche che sono collegate alla gestione di un ufficio stampa pubblico e privato: obblighi di legge, incompatibilità professionali, inquadramento contrattuale attuale e prospettive di un contratto per la categoria dei giornalisti degli uffici stampa. I profili organizzativi e di gestione del lavoro: compiti, attribuzioni, rapporti con gli altri uffici che producono materiale, le fonti, su cui si incardina l’attività di informazione. Le relazioni interne: orari, disciplina, catena gerarchica, ambiti di competenza e di separazione rispetto agli uffici delle relazioni con il pubblico nella PA, e rispetto alle divisioni marketing e comunicazione d’impresa nel settore privato. Le carte dei doveri del giornalista dell’ufficio stampa, deontologia professionale. Le corrette relazioni sindacali: iscrizione al sindacato dei giornalisti, costituzione della rappresentanza sindacale, iscrizione agli enti della categoria Inpgi, Casagit e Fondo di previdenza complementare. La vigilanza di questi enti sugli aspetti contributivi e sui corretti versamenti previdenziali. Le delibere dell’Odg in materia di uffici stampa.

DOCENTI
Il corso vedrà il coinvolgimento di docenti universitari, di esperti e di colleghi giornalisti impegnati in incarichi specifici di livello nazionale sia all’interno del sindacato di categoria, che nei mass-media, che abbiano una particolare competenza sulle tematiche relative agli uffici stampa delle istituzioni pubbliche e delle aziende private.




permalink | inviato da il 26/1/2007 alle 15:59 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa

26 gennaio 2007

Selezione pubblica per professionista servizi informazione al cittadino - ufficio stampa

COMUNE DI PESARO
Selezione  pubblica  per  l'assunzione  a  tempo  indeterminato di un

professionista  servizi  informazione  al  cittadino - ufficio stampa

(cat. D3),  con laurea, iscrizione ordine dei giornalisti, esperienza

pubblica amministrazione.

    E'   indetta   selezione   pubblica   per  l'assunzione  a  tempo

indeterminato  di  professionista servizi informazione al cittadino -

ufficio   stampa   (cat. D3),   con  laurea,  iscrizione  ordine  dei

giornalisti, esperienza pubblica amministrazione.

    L'avviso  e'  pubblicato  all'Albo  Pretorio del Comune di Pesaro

dall'11   gennaio   2007   al   12   febbraio   2007   e   sul   sito

http://www.comune.pesaro.ps.it

    Informazioni:  sportello  Informa&Servizi  tel. 0721/387 400-219;

Informagiovani tel. 0721/387503.

 




permalink | inviato da il 26/1/2007 alle 15:46 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

25 gennaio 2007

Master in comunicazione ambientale

Il 5 marzo partirà la seconda edizione del Master in Comunicazione Ambientale.

Fare i giornalisti e scrivere di scienza e di ecologia.
Occuparsi dell’ufficio stampa di un Parco o di un’azienda attenta all’ambiente e al mondo che ci circonda.
Costruire una campagna per sensibilizzare i giovani al rispetto dell’ambiente.
Queste sono le nuove frontiere della comunicazione, che si specializza e permea il mondo dei media, dalla carta stampata alle radio, dalla televisione al web.
L’ambiente è una disciplina trasversale. I temi e le questioni ambientali riguardano ogni aspetto della nostra vita quotidiana, dell’economia, del mondo della produzione o dei servizi, delle istituzioni o della politica.
In questo senso la figura dell’esperto di comunicazione ambientale diviene lo snodo fondamentale fra l’opinione pubblica e l’informazione di settore, che si parli di innovazione tecnologica (le energie rinnovabili, per esempio), di crisi ambientale (i cambiamenti climatici), di turismo (i parchi nazionali e le aree protette) o di qualità dei servizi (certificazioni di garanzia).

Il Master è a numero chiuso e la prossima selezione si terrà il 2 febbraio.
Per partecipare basta inviare il
curriculum vitae.
Tutti i dettagli sul Master.

Il corpo docente
è formato da titolari di cattedre universitarie, ricercatori e giornalisti specializzati.
Tra gli altri: Mario Tozzi (CNR e Gaia, RaiTre), Fulco Pratesi (WWF/Modus Vivendi), Puccio Corona (TG1), Giuliana Sgrena (Il Manifesto), Tessa Gelisio (Pianeta Mare, Rete4), Antonio Cianciullo (La Repubblica), Enzo Patierno (cattedra di Comunicazione Ambientale, Scienze della Comunicazione, Università La Sapienza).

Alcuni partner di stage
Radio Città Futura - Agenzia Area - CTS Ambiente - Taxi Channel - Il Salvagente - La Nuova Ecologia - Vivere il Mare - Federparchi - Lifegate - Mediaset Pianeta Mare - Legambiente - Ministero dell'Ambiente - Greenpeace - Modus Vivendi - CNR - Greenpeace - INBio (Costa Rica) - Parchi & Parchi - Federparchi - ICEI - ISES - CIRPS




permalink | inviato da il 25/1/2007 alle 16:13 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


 

Ultime cose
Il mio profilo

libertà di stampa, libertà di accesso
Il network del giornalismo e della comunicazione
Il diario del volatore
Ballarò
Committee to protect journalists
Rosa nel pugno
Ds
Protociccius
Emma Bonino
Concita De Gregorio
Ansa
Repubblica
Corriere della Sera
Adnkronos
Daniele Luttazzi
Beppe Grillo
Marco Travaglio
Sondaggi politici
Diario
Resistere a Berlusca
Infocity
Aljazira
The Times
Markette
Londonist
Repubblica (Palermo)
Rosalio
Blog di Giugioni
Peppino Impastato
Anno zero
Gli argomenti umani
Il blog giornale
Margherita
Rifondazione
Verdi
Comunisti italiani
Sintesi dialettica
Sdi
Israele.net
Cgil
Cisl
Uil
Skytg24 blogs
Dizionario De Mauro
Il mestiere di scrivere
Luca Coscioni
Salotto Letterario
Un amico

RADIO

Radio Italia
Radio Radicale
Rtl 102.5
Touristime
Il blog di Luca Sofri
Un poeta
Il blog di Daria Bignardi
Indro Montanelli
Strumenti del mestiere
Ordine dei Giornalisti
Federazione Nazionale Stampa Italiana
Camera
Corte Suprema di Cassazione
Legge sulla stampa 8 febbraio 1948, n. 47
Carta dei doveri del giornalista, 1993
Legge sulla privacy 31 dicembre 1996,n.675 (art. 25)
Codice di deontologia sullaprivacy, 1998
Giornalisti Freelance



me l'avete letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom

   
sfoglia     aprile