.
Annunci online

reporteritinerante
Se una notte d'inverno una giornalista...
 
 
 
 
           
       

sito






 
Alla mia scrivania


Prima del notiziario


Al telefono


Daily Mail


The Guardian


The Times


The Daily Telegraph


Daily Mirror





Alla BBC quando stavo a Londra





Alla Tour Eiffel al tramonto


Eurodisney



Alla sede de Le Figaro


Quartiere di Parigi











Gatti adorabili


Renato e Jana


Io e Francesca alla BBC


In treno per Pisa


A Pisa

Cappelli, che passione...














































 
13 maggio 2008

"I fieri del libro": il 16 maggio Giacomo Di Girolamo presenta "Cuorador"

 

Il resoconto di un’esperienza emozionante in un Paese dal grande fascino e dalle mille contraddizioni. Si presenta così “Cuorador, Ecuador 2007, diario di un viaggio consapevole”, (Coppola editore) secondo libro del giornalista Giacomo Di Girolamo, che verrà presentato venerdì 16 maggio alle 21, presso il Teatro Comunale “Eliodoro Sollima” di Marsala.

Direttore responsabile del portale di informazione Marsala.it e voce ormai storica di RMC 101, per la quale da sette anni conduce il programma di approfondimento “Il volatore”, Di Girolamo ha già pubblicato il suo primo libro due anni fa, quando uscì per la Navarra Editore la raccolta di articoli “I colpi di coda”. Con questa seconda opera Di Girolamo cambia completamente prospettiva, passando dal racconto della Sicilia di oggi a una forma diaristica che descrive l’Equador e la sua gente con gli occhi di un trentenne dell’opulento Occidente, alla luce del viaggio compiuto la scorsa estate, assieme a una delegazione marsalese guidata da padre Enzo Amato. “E’ stata un’avventura straordinaria – ha commentato l’autore - fatta di esperienze ed incontri tanto intensi che meritavano di essere raccontati e, soprattutto, di essere condivisi”.

All’incontro, organizzato dall’associazione Amici del Terzo Mondo nell’ambito della rassegna “I Fieri del libro”, parteciperanno anche il presidente dello storico ente di volontariato marsalese Enzo Zerilli, e il sacerdote padre Enzo Amato, per anni in missione in America Latina.

Gli incassi ricavati dalla vendita del libro saranno devoluti a favore del progetto “Una laurea per i poveri” che, attraverso l’assegnazione di apposite borse di studio, darà agli studenti più meritevoli delle zone povere dell’Ecuador la possibilità di proseguire gli studi.

La rassegna “I fieri del libro” è organizzata dall’agenzia Communico in collaborazione con la Libreria Mondadori di Marsala, è patrocinata dalla Provincia Regionale di Trapani, dal Comune di Marsala e dall’associazione Antiracket, e si avvale inoltre del contributo di un pool di sponsor privati che hanno sposato l’iniziativa: le Cantine Pellegrino, la Zicaffè e l’Hotel Carmine.


30 marzo 2008

Rita Borsellino a Marsala

Rita Borsellino sarà a Marsala sabato 5 aprile 2008, alle ore 18,00, presso il comitato elettorale sito nella via G. Garraffa, di fronte al civico 36 (nei pressi del cinema Centrale).  Come noto, Rita Borsellino è candidata alle regionali (nel collegio della provincia di Trapani) capolista della lista Rita Borsellino-arcobaleno.


20 marzo 2008

Bentornata in Sicilia!

Il rientro in Sicilia è sempre impegnativo e inquietantemente simbolico.

Dopo scene rocambolesche a scuola, la giornata lavorativa giunge finalmente a termine e mi dico "Elisa, tra poche ore tornerai a Marsala, è Pasqua, vacanza!" Rientro a casa, preparo le ultime cose e poco prima di uscire mi accorgo di non avere le chiavi. Volo da Linate: 14,10. Guardo l'ora: 13,10. Le chiavi o l'aereo? Scene di ordinaria follia, le cerco e le ricerco per un paio di minuti abbondanti per poi trovarle nella borsa dove avevo già frugato tre volte. E va bene, l'importante è il risultato, no? Corro alla fermata dell'autobus con valigia, portatile e naturalmente borsetta da donna alla Mary Poppins, attendo pazientemente la linea 73 che porta in aeroporto. Becco "l'autista in pace col mondo", l'unico che non si incazza alla guida e dà la precedenza, anche quando non è dovuta, ad automobilisti, pedoni, ciclisti, al mondo intero insomma. Prendo atto del fatto che il rischio di non arrivare a prendere l'aereo si fa sempre più concreto. Il tempo di rassegnarmi all'idea e invece riesco ad arrivare giusto in tempo. Glisso sui compagni di viaggio incontrati e sugli argomenti trattati in volo. Sintetizzando, si è passati dal siciliano "milanesizzato" al milanese "sicilianizzato". In entrambi i casi, i risultati sono stati imbarazzanti. E tra un commento e l'altro un interrogativo mi angoscia: "A quale delle due categorie io appartengo?"

Lo scalo a Bari mi salva dal trovare una risposta. Attesa. Ceck-in infinito. Volo Bari-Trapani: 17,10. Una volta atterrato l'aereo, dico "bene, il peggio è passato. Ormai sono arrivata". Esco dall'uscita anteriore dell'aereo e quasi subito entro in aeroporto, in attesa del bagaglio. Le porte si aprono e vedo subito gli occhioni amorevoli di mia madre, con il mio nipotino di sei anni, mano nella mano. I due si precipitano per salutarmi. Le porte si chiudono e per poco non li rendono plissettati. Mia madre lancia un urletto isterico e si ritrae giusto in tempo, con nipote a seguito. Ecco la prima forma di saluto, appena arrivata in suolo siciliano. Corso immediato di training autogeno, inspiro ed espiro e dopo aver sfogato almeno mentalmente il mio disappunto (come cavolo fa mia madre a non sapere ancora, dopo decine di miei arrivi e altrettante decine di partenze, che non si può entrare nella sala in attesa dei bagagli e che amici e familiari devono aspettare fuori?"), riacquisto la gioia di essere a Marsala, ascolto piacevolmente il mio dialetto e prospetto già un bagno caldo nella mia vasca con i sali profumati acquistati qualche giorno prima della partenza.

Attendo la mia valigia al nastro che scorre, la marea di gente si assottiglia così come le valigie, fino a quando il nastro smette di girare e rimane irrimediabilmente fermo e vuoto, mi guardo intorno e mi rendo conto di essere l'unica sfigata senza valigia. Si riaprono e richiudono le porte man mano che le ultime persone escono. Alla fine esco io senza la MIA valigia che ho atteso per circa un quarto d'ora. Il commento di mia madre è già tutto un programma "Giusto a tia figghia mia". La ammonisco criticando questa sorta di vittimismo a tutti i costi e, riacquistando quel minimo di razionalità necessaria, rispondo che può succedere, che non casca mica il mondo. Mi dirigo, fiera (di cosa poi?!), in area ceck in per la prassi, con descrizione della valigia, recapiti telefonici e così via. La signorina mi congeda con "Se la valigia sarà ritrovata, le verrà recapitata a casa dal nostro corriere". Se sarà ritrovata? C'è forse il dubbio che si son fottuti la mia valigia con tutti i miei vestiti e soprattutto con i miei sali che avrei dovuto utilizzare stasera? Ok, lasciam perdere i sali! Ora qui, senza l'angoscia di mamma lo posso anche dire: può succedere è vero, soprattutto se ci sono gli scali, ma - cavolo - di tutti i bagagli giusto la mia valigia si è dovuta fermare a Bari? Solo la mia?

Ma son forse queste le cose importanti nella vita? Certo che no! In macchina siamo io, mia madre, mio fratello che guida e mio nipote che rompe. Chiedo delle novità di Marsala, di quelle in famiglia. Nulla. Racconto allora di me, di qualche episodio a scuola, della casa nuova, di Romeo e Giulietta alla Scala. Il dialogo è presto concluso. Mi rivolgo a mio nipote che solo dopo due mesi già mi disconosce. Capisco la timidezza e non insisto. Arrivo finalmente a casa e tutto intorno richiama il giovedì santo. Porta Garibaldi con i venditori di palloncini e "calia, nucidri e simensa", le roulotte posteggiate sotto casa con altri venditori ambulanti, De Gaetano sempre in attività. Tutto è rassicurante, la serenità si diffonde nell'aria, mi rendo conto che nulla è cambiato, ma è ancora troppo presto per parlare di noia. Saluto mio nipote che sta ancora col viso basso, quasi a tenermi il broncio. Pizzico le sue guanciotte ed esplode finalmente un sorriso e lì mi accorgo che qualcosa è sì cambiato: mio nipote ha perso i due incisivi superiori. Il suo sorriso "monco" mi intenerisce da morire e comincia un vortice di considerazioni inquietanti: penso alla perdita dei suoi dentini da latte, così come alla perdita delle chiavi prima di partire, alla mancata perdita dell'aereo per un soffio e alla possibile perdita della valigia ipotizzata dalla signorina. Forse è il caso che mi rilassi e faccia un bagno caldo, seppur senza sali.
Bentornata in Sicilia!


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Sicilia Marsala aereo Milano

permalink | inviato da reporteritinerante il 20/3/2008 alle 2:33 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa

17 marzo 2008

Aldo Cazzullo presenta a Marsala “Outlet Italia”

Aldo Cazzullo presenta a Marsala “Outlet Italia”

Un viaggio nelle metropoli e nelle province del Belpaese, tra l’abbandono delle piazze e la nascita di nuovi centri di aggregazione. Un ritratto impietoso e a tratti sorprendente quello con cui il giornalista Aldo Cazzullo racconta i mutamenti del costume nazionale nel libro “Outlet Italia”, che verrà presentato a Marsala giovedì 20 marzo alle 18.30, nella sala conferenze del Complesso Monumentale San Pietro.

Inviato di punta del Corriere della Sera, Cazzullo racconta nel suo saggio le nuove abitudini del ceto medio italiano, che ormai preferisce i centri commerciali ai più tradizionali spazi di condivisione. Partendo dalla descrizione dell’outlet di Serravalle Scrivia, l’autore si sofferma poi sui luoghi del divertimento di massa, conducendo il lettore in un viaggio che attraversa il Paese da Nord a Sud tramite storie poco conosciute e sorprendenti ritratti di personaggi noti alle cronache nazionali.

Piemontese di Alba, Aldo Cazzullo ha lavorato fino al 2003 per La Stampa, per poi passare al Corriere della Sera, da dove quotidianamente racconta con lucidità e un pizzico di ironia vizi e virtù dell’Italia di oggi. Tra i suoi libri “I ragazzi del Po”, “I ragazzi che volevano fare la rivoluzione”, “Il caso Sofri” e “I grandi vecchi”.

In occasione della presentazione di “Outlet Italia”, l’autore dialogherà con il giornalista di Marsala C’è Gaspare De Blasi.

L’incontro è organizzato dalla Libreria Mondadori di Marsala in collaborazione con l’agenzia Communico ed il patrocinio dell’Amministrazione Comunale. L’evento si avvale inoltre della partecipazione di un pool di sponsor, le Cantine Pellegrino, la Zicaffè, l’Hotel Carmine e l’Associazione Antiracket e Antiusura di Marsala. Contribuisce all’iniziativa anche il settimanale “Il Vomere”.

Agenzia Communico
Addetto stampa
Vincenzo Figlioli


23 dicembre 2007

Marsala: tre mesi dopo

Bentornata a Marsala!
Grande e calorosa (eccessivamente "calorica" direi!) accoglienza. Tutti a reclamare la mia presenza. Durante il ritorno a casa da Milano, avrò ricevuto una decina di chiamate, ma dico "Abbiate pietà!". Non sono ancora arrivata e già dovete già pianificare la mia permanenza? Mia mamma ha programmato l'intera "agenda natalizia", il 24 siamo là, il 25 dall'altra parte, il 26 da quell'altra parte ancora. Gli amici predispongono serate "ad hoc" e giustamente stabiliscono date a loro volta affinché io non prenda altre incombenze. Mi sento più impegnata qui che a Milano dove facevo tre lavori. Ma si può?

Parliamo del clima.
Arrivo nell'"assolata Sicilia" alle 14 circa, il pilota annuncia 15 gradi centigradi ed incomincio a sfilare una delle tre maglie che indossavo, visto che a Milano ho lasciato - 4 gradi. Arrivo a casetta, faccio la doccia e per poco non congelo. Soffro il freddo più qua che a Milano (quasi!). Senza contare il vento "dispotico" che caratterizza l'evoluta Marsala.

Devo dire che, anche se sono trascorsi solo tre mesi, ho ritrovato una Marsala fresca, giovane e alla moda. Chi esce in questi giorni qui in centro, tutto può dire tranne che a Marsala ci siano problemi di economia. La gente compra e come, e compra Pollini, Prada, Cavalli. Mi rendo conto che oltre al centro ci sono altre realtà, meno impegnate alla corsa al regalo all'ultimo minuto. Eppure sono convinta che Marsala sia una città ricca. Lo dimostrano i negozi che aprono come funghi, lo dimostrano le persone che acquistano da Trincilla, D'Alberti e Luisa Spagnoli. Quanto a moda, è evidente, Marsala non ha molto da invidiare alle grandi città, ha i grandi marchi, prodotti selezionatissimi così come prodotti di massa.

Una cosa è statica: l'atteggiamento.
Credo che Marsala abbia delle menti potenzialmente acute, delle persone di talento, intelligenti che fanno da contraltare ad una massa di abitudinari retrò, a dei personaggi limitati che definire "singolari" è un complimento che non meritano. Tuttavia il filo che divide l'intelligenza dalla stupidità è un filo talmente sottile che credo di non aver più la capacità di distinguere.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. milano sicilia marsala natale

permalink | inviato da reporteritinerante il 23/12/2007 alle 23:42 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa

8 settembre 2007

V- DAY per un "Parlamento Pulito"

 Si terrà oggi il V- DAY, l'evento voluto in tutta Italia da Beppe Grillo e dagli attivisti del suo blog per raccogliere le firme sulle leggi di iniziativa popolare per un "Parlamento Pulito".

Come dichiara il famoso comico, oggi autore di uno dei siti più visitati al mondo, "l'8 Settembre sarà il giorno del Vaffanculo day, contro i politici blindati nei palazzi". Ma non sarà solo una manifestazione di protesta, il V- DAY sarà un giorno di informazione e di partecipazione popolare.

In particolare sono tre le leggi di iniziativa popolare per le quali si raccoglieranno le firme:

- Nessun cittadino italiano può candidarsi in Parlamento se condannato in via definitiva, o in primo e secondo grado in attesa di giudizio finale;

- Nessun cittadino italiano può essere eletto in Parlamento per più di due legislature. La regola è valida retroattivamente;

- I candidati al Parlamento devono essere votati dai cittadini con la preferenza diretta;

Grazie all'impegno del collettivo Altramarsala anche nella nostra città sarà possibile firmare dalle ore 10.00 in poi in piazza Loggia. Il clou della manifestazione è previsto in serata: in diretta su maxischermo verrà proiettato l'intervento di Beppe Grillo da Bologna; poi, dalle 22, ci sarà un concerto in piazza con i Bananalonga Surf Band e gli Zaraf.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. V-day Marsala Beppe Grillo

permalink | inviato da reporteritinerante il 8/9/2007 alle 16:28 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

5 settembre 2007

V-Day (Vaffanculo-Day): FIRMA ANCHE TU!

MARSALA. 50.000 firme da raccogliere per una legge di iniziativa popolare lanciata da Beppe Grillo in tutta Italia. E' il V-Day (Vaffanculo-Day), un giorno, a detta dell'ideatore, di "informazione e partecipazione popolare". Sabato 8 settembre, anche a Marsala, come in tutte le piazze d’Italia, sarà possibile aderire alla raccolta firme che si basa su tre principi fondamentali: 1) No ai parlamentari condannati - impossibilità di candidarsi alle elezioni parlamentari per tutti i condannati in primo, secondo e terzo grado (quindi in via definitiva o in attesa di giudizio); 2) No ai parlamentari di professione - nessun cittadino italiano può essere eletto in Parlamento per più di due legislature (regola valida retrovattivamente); 3) Elezione diretta - no ai parlamentari scelti dai segretari di partito, i candidati devono essere votati dal cittadino con preferenza diretta.

Ad organizzare la raccolta sarà il MeetUp di Trapani - Amici di Beppe Grillo che sarà presente con un banchetto in P.zza Dittatura Garibaldina dalle ore 10 alle 24 di sabato 8 settembre.

La raccolta firme sarà accompagnata da momenti culturali (proiezioni video informativi, lettura brani, esibizioni musicali, etc..), che si terranno in P.zza Loggia a partire dalle ore 18, durante i quali è previsto un collegamento video con la manifestazione principale di Bologna e delle altre maggiori città italiane. L’organizzazione di questi eventi sarà a cura del collettivo Altramarsala e di Occhiocieco.com, con la collaborazione dell’associazione culturale Musa di Petrosino, e a partire dalle 22 si esibiranno i gruppi musicali “Bananalonga Surf Band” e “Zaraf”.

Inoltre, come preparazione al V-Day, è prevista la presentazione del libro “Italiopoli” di Oliviero Beha, a cui presenzierà l’autore, che si svolgerà presso l’Atrio Comunale in Corso Garibaldi il giorno 7 settembre alle ore 21.


10 giugno 2007

Scuola del viaggio. Summer school 2007 a Marsala

 Ultimi giorni per iscriversi alla Scuola del Viaggio 2007, che si terrà a Marsala dal 25 agosto al 2 settembre. Studenti universitari, neolaureati e dottorandi residenti in provincia di Trapani hanno tempo fino al 15 giugno per inviare la propria candidatura e partecipare alla selezione per i 7 posti loro riservati.

Una settimana di laboratori di scrittura, fotografia, video e disegno, per apprendere sul campo, sotto la guida di esperti, l’uso dei diversi strumenti per raccontare la propria esperienza di viaggiatori, i luoghi e le persone, le sensazioni e le emozioni. Questa la proposta della Summer School della “Scuola del Viaggio” che, dopo il successo delle prime due edizioni, torna a Marsala dal 25 agosto al 2 settembre 2007, con 21 posti riservati agli iscritti delle Università di Pavia, Pisa e Lugano, e 7 per studenti universitari, neolaureati e dottorandi della provincia di Trapani, provenienti da qualsiasi Università, italiana o straniera.
Il programma di quest’anno prevede, oltre ai laboratori tenuti dallo scrittore Andrea Bocconi e dal fotografo e regista Michele Ferrari, un nuovo laboratorio di “Carnet di viaggio”, sotto la guida del pittore Stefano Faravelli, autore di numerosi carnet, tra cui “Mali” e “Cina”, editi da EDT. Inoltre, incontri con artisti, scrittori di viaggio e grandi viaggiatori, e originali proposte per conoscere il territorio da un punto di vista diverso, come visitare l’isola di Mozia risvegliando i quattro sensi dormienti.
Studenti, neolaureati e dottorandi della provincia di Trapani che desiderino iscriversi possono scaricare il bando e il form per l’iscrizione dal sito
www.campusmarsala.it  e inviare la loro domanda per e-mail, entro il 15 giugno, al prof. Vito Sammartano (vito.sammartano@email.it ).
La Scuola del Viaggio nasce da un’idea di Claudio Visentin - docente presso l’Università della Svizzera italiana di Lugano - sviluppata nell’ambito delle attività del Laboratorio di ricerche mediterranee di Marsala con il sostegno della Città di Marsala, della Fondazione Bosca di Canelli, in stretta collaborazione con il Touring Club Italiano, e altri editori specializzati nel campo dei libri di viaggio.

Per maggiori informazioni sulla summer school, programma e modalità di iscrizione, visitare i siti:
www.campusmarsala.it
www.scuoladelviaggio.it  

oppure contattare:

Prof. Vito Sammartano,
E-mail:
vito.sammartano@email.it  
Tel. 3385852351



 

Ultime cose
Il mio profilo

libertà di stampa, libertà di accesso
Il network del giornalismo e della comunicazione
Il diario del volatore
Ballarò
Committee to protect journalists
Rosa nel pugno
Ds
Protociccius
Emma Bonino
Concita De Gregorio
Ansa
Repubblica
Corriere della Sera
Adnkronos
Daniele Luttazzi
Beppe Grillo
Marco Travaglio
Sondaggi politici
Diario
Resistere a Berlusca
Infocity
Aljazira
The Times
Markette
Londonist
Repubblica (Palermo)
Rosalio
Blog di Giugioni
Peppino Impastato
Anno zero
Gli argomenti umani
Il blog giornale
Margherita
Rifondazione
Verdi
Comunisti italiani
Sintesi dialettica
Sdi
Israele.net
Cgil
Cisl
Uil
Skytg24 blogs
Dizionario De Mauro
Il mestiere di scrivere
Luca Coscioni
Salotto Letterario
Un amico

RADIO

Radio Italia
Radio Radicale
Rtl 102.5
Touristime
Il blog di Luca Sofri
Un poeta
Il blog di Daria Bignardi
Indro Montanelli
Strumenti del mestiere
Ordine dei Giornalisti
Federazione Nazionale Stampa Italiana
Camera
Corte Suprema di Cassazione
Legge sulla stampa 8 febbraio 1948, n. 47
Carta dei doveri del giornalista, 1993
Legge sulla privacy 31 dicembre 1996,n.675 (art. 25)
Codice di deontologia sullaprivacy, 1998
Giornalisti Freelance



me l'avete letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom

   
sfoglia     aprile        giugno